Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Pagina dei contenuti


icona
Siti e Musei:
Arco di Costantino

Pagina dei contenuti


Arco di Costantino

 L’arco trionfale, a tre fornici, è il più grande che ci sia giunto tra quelli che ornavano l’antica Roma e la sua costruzione venne ordinata dal Senato nel 315 d.C., decennale del regno di Costantino, per celebrare, come dichiarato nell’iscrizione dedicatoria, la vittoria ottenuta da questi su Massenzio il 28 ottobre del 312 nella battaglia di Ponte Milvio.

 La decorazione dell’arco, variegata e realizzata anche con numerosi elementi di spoglio da monumenti di imperatori precedenti - Traiano, Adriano e Marco Aurelio, le cui immagini, quando presenti, vennero trasformate in ritratti di Costantino - presenta statue e rilievi di contenuto militare - prigionieri vinti, discorso dell’imperatore alle truppe - ma risponde anche ad un programma figurativo più ampio, nel quale vengono esaltate pure le altre virtù del sovrano quali la pietas verso gli dei o la liberalità verso il popolo.

 L’uso di immagini tratte dal repertorio (e dai monumenti) di un glorioso passato venne fatto allo scopo di inserirsi in un’ideale continuità con quel passato stesso, nell’ambito di un progetto di propaganda imperiale finalizzata alla legittimazione ed al consolidamento del potere e del prestigio di Costantino dopo la drammatica fase della guerra contro Massenzio.

 Il monumento nel XII secolo venne inglobato nella fortezza della potente famiglia dei Frangipane; nel Quattrocento cominciò ad essere restaurato e studiato ma gli interventi più consistenti avvennero nel 1733, quando venne integrato di diverse parti allora mancanti che lo portarono ad assumere l’aspetto attuale.

  

Carrello

Il carrello è vuoto